Tag

, , , , ,

Ieri alle 17:00 presso Sabatini, a via Germanico 168a, si è svolta la premiazione del concorso fotografico indetto dal negozio congiuntamente a Radio Rock: in relazione a due brani scelti dalla djea Claudia Dell’Orefice (in onda la mattina dalle 10:00 alle 12:30), i partecipanti dovevano scattare una foto che fosse ispirata alla musica ed inviarla. Ricchi premi (ricchi sul serio: il primo era una reflex digitale) e cotillon.

I brani scelti sono stati “Time” dei Pink Floyd e “Roma capoccia” di Antonello Venditti: un brano difficilissimo, e per certi aspetti estremamente stimolante, uno più facile, forse troppo facile, che sostanzialmente apriva le porte degli hard disk di parecchi fotoamatori.

Sono state selezionate una novantina di foto, che rimarranno esposte fino al 13 gennaio in uno spazio all’interno del negozio, ed una giuria qualificata ha stabilito di premiarne tre. La stessa Claudia ha effettuato la premiazione.

Considerazioni sparse sull’evento.

1. L’idea in sé è stata eccellente, e si è conclusa con un bell’evento tra amici. Dicono che potrebbe essere ripetuta: me lo auguro.

2. Claudia Dell’Orefice è una specie di ciclone, disponibile, simpatica e molto sorridente; se qualcuno, come ad esempio me, si fosse presentato stanco, gli sarebbe stato difficile seguirla. Quella che va in onda per radio è calma e misurata, al confronto.

3. Alcune foto presentate erano davvero interessanti, sia tecnicamente (un paio di bianco e nero pregevoli, un paio di foto complessivamente difficili da esporre) che artisticamente (in alcuni casi la raffigurazione del tempo che passa è stata pressoché geniale).

4. Avevo pensato di piazzarmi in testa ad una stazione della metro col treppiede e scattare una foto durante la fermata del treno con un tempo di esposizione di una ventina di secondi, in modo da immortalare il treno fermo, la scritta “Prossimo treno tra 4 minuti”, e lasciare che i passeggeri risultassero solo delle ombre in movimento indistinte; poi, per una serie di difficoltà logistiche e non solo, ho lasciato perdere: la foto che ha vinto differiva da questa idea per questione di dettagli.

5. Non sarebbe stato singolare avere due foto di quel tipo praticamente identiche?

6. Grrrr!

La foto che ho scelto ed inviato è la prima della seguente galleria: per me, “Time” è un pezzo che suggerisce movimento. Le altre sono foto che ho scattato pensando al pezzo ma che, scegliendo consapevolmente di concentrarmi sulle immagini e sui colori che mi suggerisce la musica, ho scartato. Sono foto che avrei inviato se mi fossi focalizzato maggiormente sul testo: “and you run, and you run to catch up with the sun, but it’s sinking…”; “you are young and life is long, and there is time to kill today…”. E magari sulla bellezza della foto.

Annunci