Tag

, , , , , , ,

Nonostante la giornata di oggi sia destinata alla celebrazione, alla goduria e alle pernacchie verso la Società nota come AC Silvio 1986 ed alla sua splendida settimana, proverò lo stesso a cimentarmi in qualche considerazione sparsa sulla partita di ieri.

1. Qualche anno fa, quando per ragioni tecniche ed arbitrali eravamo inferiori alle migliori squadre della serie A, a Mancini venivano criticati alcuni eccessi di fantasia negli incontri clou, atti a cercare di sorprendere l’avversario; ieri Allegri ha schierato Boateng interno destro ed Emanuelson trequartista, mentre Ranieri ha mandato in campo la stessa formazione delle ultime due partite: qual è la squadra col complesso di inferiorità, adesso? Quale quella che ha vinto la partita?

2. Orsato ha arbitato con raziocinio e sostanziale equità; l’errore sul gol annullato a Motta all’inizio è stato del guardalinee. Senza il rigorino d’ordinanza il Milan va sotto e perde: coincidenze?

3. A Cesare quel che è di Cesare: Zanetti è stato commovente; Cambiasso un po’ confuso, e comunque la mobilità di due anni fa è lontana; però ha retto alla grande. Non è che il punto è proprio non farli giocare 90 minuti ogni 3 giorni?

4. Su Milito non mi pronuncio nemmeno: meglio un dignitoso silenzio. Dico solo che un mese e mezzo fa avrebbe fatto gli stessi movimenti in modo più impacciato e tirato in curva: onore a lui e a Ranieri.

5. Lucio e Samuel contro Nesta e Thiago Silva: qualcuno ha ancora qualche dubbio su quale sia la miglior coppia di difensori centrali? Già che ci siamo, dov’era “il miglior difensore del mondo” nell’azione dello 0-1?

6. E dov’era “il fenomeno” nell’occasione sprecata da Alvarez? Ah, questa la so: sul primo palo, come tutti gli altri. Il miglior difensore del mondo non dovrebbe avere una migliore visione di gioco?

7. E quando è stato preso in giro da Nagatomo? Ok, la pianto.

8. Questa la regala Nk da Bauscia Cafè: Abate è fortunato a giocare a Milano. A Roma, dopo una cappella come quella che è costata il derby al Milan, sarebbe diventato lo zimbello della città. Dice niente Negro (che nell’occasione specifica fu colpito da un rinvio no look)?

9. Capitolo giovani, ieri in campo solo Alvarez: l’errore (grave, ma bel movimento) grida vendetta, e lui era contratto per la tensione. Però un giocatore senza personalità si sarebbe spento, invece lui ha continuato a fare il suo; a volte, è più importante fare una partita da 6 che farne una da 8. Speriamo sia questo il caso.

10. Qualcuno ha notizie del toy boy di quella maiala della presidentessa (cit.)? Come si chiama, Speron… Ehm, no, ecco, Pato. Qualcuno ne sa qualcosa?

Annunci