Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Quella con cui Lorin Maazel stasera ha diretto l’orchestra ed il coro dell’Accademia di Santa Cecilia nell’esecuzione della Sinfonia Corale di Beethoven nella strapiena sala Santa Cecilia dell’Auditorium Parco della Musica di Roma in occasione del concerto di Natale, quella è una vera bacchetta magica. Altro che Gregorovich e Olivander.

Piccola coda polemica: concerto pagato 30 euro tondi (senza prevendita) per assistere dal lato del palco. La platea costava 52 euro, il retropalco 42, ignoro le altre gallerie. Capienza totale, circa 2700 posti, biglietti venduti davvero pochi meno. Ipotizzando una media di 35-40 euro a biglietto, un incasso tra i 90000 ed 100000 euro, per un concerto con orchestra a organico quasi completo, solisti e coro, il tutto diretto da uno dei più famosi ed importanti direttori del mondo, in una sala concepita e costruita per diffondere in modo ottimale i suoni prodotti sul palco.

Però quelli che hanno un fottio di spese da ammortizzare facendo pagare i biglietti dai 30 euro in su per concerti dalle 10000 persone in su sono gli U2, i Muse, Ligabue, Madonna, Florence And The Machine e via dicendo. Ma per favore!

Annunci