Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Adesso Mario Monti ha deciso che il centro-sinistra non va bene, meglio, se caccia Berlusconi, il centro-destra. Cosa sulla quale non avevamo dubbi, il governo Monti, dal punto di vista economico, è stato in assoluto il governo più a destra della storia della repubblica italiana. Quello che mi chiedo è se gli andrebbero bene Alfano, Cicchitto, La Russa, Gasparri, Scilipoti, la Santanché e Minzolini.

Il cosiddetto professore, quello che oggi non supererebbe nemmeno un concorso da ricercatore a tempo determinato, ha anche tuonato contro il PD per la faccenda Monte dei Paschi di Siena, intimando uno stop alle commistioni tra politica e finanza. Detto da uno che è venuto dritto dalla Goldman-Sachs per fare il primo ministro, introducendo oltretutto una Tobin tax che esclude il mercato dei derivati, è un bel paradigma di bue che dà del cornuto all’asino. È un uomo senza vergogna: somiglia sempre di più a Berlusconi.

Tra l’altro, il MPS è in difficoltà perché ha pensato bene di cercare di tappare il buco che si è ritrovato dopo la crisi dei derivati del 2008 con operazioni speculative sui derivati. Un po’ come quei furboni che perdono al gioco e cercano di pagare i debiti con gli allibratori scommettendo. Caso mai, il problema della banca toscana è che c’è stata un’insufficiente ingerenza della politica – intesa anche come governo – nei suoi fantasiosi affari. Ma Monti questo non lo può vedere, lui gira con due belle bistecche fiorentine sugli occhi che si chiamano “modelli di equilibrio generale” e “teorie monetariste”.

Politicamente, deve morire. Deve prendere il 2%. Come ha detto il Financial Times nell’articolo intitolato “Monti is not the right man to lead Italy” (capito? Il principale giornale finanziario del mondo, il quotidiano della City di Londra, dice che Monti non è adatto), al cosiddetto professore, nella migliore delle ipotesi, “history will accord a role similar to that played by Heinrich Brüning, Germany’s chancellor from 1930 to 1932. He, too, was part of a prevailing establishment consensus that there was no alternative to austerity”.

Qualcuno si ricorda chi è venuto dopo Brüning in Germania?

Annunci