Tag

, , , , , , , , ,

Uno dice, ma come? È un banalissimo pop-dance caciarone e pure un po’ truzzo, che nulla aggiunge e nulla toglie al mondo musicale (e figuriamoci al mondo tout court), che non ha in sé niente di davvero particolare, nuovo o brillante. Proprio tu che rompi le palle con la musica indipendente, le nicchie, le persone, gli artisti che si esprimono davvero e ti mettono sottosopra con la loro intensità, Hiromi, Rachael Yamagata e le CocoRosie! Proprio tu mi vieni a propinare questa roba!

I don’t care! I love it!

E dopo l’ascolto sto meglio e sono più carico – una ragione molto più che sufficiente per dedicargli del tempo.

Per la cronaca: Icona Pop sono due tizie svedesi, Caroline Hjelt e Aino Jawo, che fanno pop-dance e le parti vocali sono sempre cantante da tutte e due. Quindi, secondo il bravo giornalista esperto di musica che oh, ma quanto ne sa, sono le eredi degli Abba. Quelli che invece hanno studiato o si ricordano gli anni novanta le associano agli Ace Of Base. Quelli davvero fighi tipo Rolling Stone, a tutti e due. Congratulazioni, davvero! Per fortuna che la stampa specializzata esiste e fa bene il suo lavoro.

Solo una domanda: io ho in mp3 un disco che mi risulta omonimo, di 13 brani, che si trovano più o meno tutti su youtube. Disco che non ho mai visto in nessun luogo o sito in vendita in formato fisico, ma anche a volerlo scaricare a pagamento non c’è verso. Lo conosciamo io, Wikipedia e non ho capito bene chi altro. Perché?

Annunci