Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

La nostra società si basa sull’oroscopo. Non in senso letterale, ma di approccio all’esistenza.

Prendiamo l’economia. La Lehman Brothers è fallita quasi 8 anni fa. Quando è fallita, erano mesi che giravano avvoltoi sulla finanza internazionale, quindi possiamo dire che l’economia europea ha vissuto quasi 9 anni di difficoltà, che nei paesi del sud sono stati devastanti sotto tutti i punti di vista ed in quelli del centro-nord hanno avuto comunque gravi conseguenze, soprattutto in termini di aumento delle diseguaglianze e di un movimento generale volto alla riduzione dei diritti civili per facilitare la produzione di reddito.

In questi otto anni, pletore di economisti e statisti spalleggiati da sedicenti guru dell’analisi economica hanno proposto interventi e soluzioni, fatto previsioni ottimistiche e dato del disfattista a chiunque fosse anche solo perplesso, sulla base di calcoli e modelli matematici complicatissimi, basati su ipotesi come minimo discutibili. Gli interventi e le soluzioni sono sempre risultati inutili se non dannosi, le previsioni ottimistiche sono sempre prima state riviste al ribasso, poi smentite dai fatti, ma gli economisti hanno sempre trovato il capro espiatorio, sono sempre stati capaci di dire cosa ha impedito ai loro modelli di funzionare – di solito il fatto che le loro ricette non sono state applicate con la dovuta attenzione.

Gli astrologi fanno esattamente lo stesso, solo che costano molto di meno. Se invece di rimuovere il dannoso, populitsta, ipocrita e per giunta autoritario, Matteo Renzi per mettere su un altro fantoccio di Unione Europea, BCE e Germania coi suoi modellini giocattolo che non servono a niente, mettessimo su uno nato sotto il segno del Leone in un momento in cui Giove si trova nella medesima costellazione, l’effetto sarebbe esattamente lo stesso: nessuno. Ma almeno saremmo consapevoli dell’inutilità della manovra, non ci aspetteremmo il deus ex machina e non avremmo Schaeuble che sponsorizza soddisfatto la macelleria sociale e la migrazione di manodopera qualificata da sfruttare a basso costo in Baviera dicendo che così l’economia si rimetterà sicuramente in moto.

Prendiamo il mio ambito professionale, quello che si chiama “data science” anche se quasi nessuno di quelli che ci lavorano ha la minima idea di cosa sia e come funzioni una scienza. Le aziende hanno a disposizione quantità sconfinate di informazioni, che la potenza computazionale attualmente disponibile permette di analizzare. Il problema è che nessuno è davvero in grado di produrre una procedura scientifica su dati del genere e nessuno è davvero in grado di dare una lettura ad output incoerenti e complicatissimi, ma questo in ambito business è inaccettabile, come è inaccettabile che la scienza richieda tempo, sia fallibile ed a volte non consenta di giungere a dei risultati utili e spendibili.

Quindi si procede ad usare quantità sconfinate di codici informatici e procedure di calcolo strutturate prive di qualunque replicabilità al di fuori dell’ambito specifico (e talvolta inutili anche al suo interno a causa delle pessime caratteristiche dei dati) per tirare fuori risultati che non hanno nessuna validità pratica, e li si presenta con visualizzazioni accattivanti per suggerire soluzioni semplici a problemi di complessità inaudita e previsioni di processi intricati ed interdipendenti in due semplici valori. Soluzioni che invariabilmente si rivelano inefficaci e previsioni che vengono prontamente disattese, e anche qui il bravo data scientist è sempre in grado di trovare una giustificazione validissima per i miseri fallimenti del suo lavoro. E a volte no, a volte sostiene di averci preso contro qualsiasi evidenza, tanto oramai tenere il punto contro l’universo fenomenico è diventata una prassi comune.

Per quelle che sono la validità e la vita media delle proiezioni “statistiche” fatte da pletore di analisti senza nessuna conoscenza scientifica, tanto varrebbe fregarsene e dire che l’azienda l’anno prossimo crescerà perché Saturno sarà nel Sagittario e il suo fondatore è nato ad inizio gennaio, e che il prossimo autunno sarà il momento ideale per una fusione societaria, perché nel Sagittario ci transiterà Venere. Scientificamente parlando, si tratta di previsioni di nessun supporto analitico e di ancor minore utilità. Quindi non vedo la differenza.

Che amarezza.

Annunci